Tarantelluccia.it

Te voglio bene assaje

Categoria: Testi canzoni napoletane
Data inserimento: 5 luglio, 2012
Autore: Lo Guarracino

(Raffaele Sacco 1835)

Raffaele Sacco, autore del testo di Te voglio bene assaje

Pecché quanno mme vide,
te ‘ngrife comm’a gatto?
Nenné’, che t’aggio fatto,
ca nun mme puó’ vedé?!
Io t’aggio amato tanto…
Si t’amo tu lo ssaje!

Io te voglio bene assaje …
e tu non pienze a me!

La notte tutti dormono,
ma io che vuó’ durmire?!
Penzanno a nénna mia,
mme sento ascevolí!
Li quarte d’ora sonano
a uno, a duje, a tre…

Io te voglio bene assaje …
e tu non pienze a me!

Recòrdate lo juorno
ca stive a me becino,
e te scorréano, ‘nzino,
le llacreme, accossí!…
Deciste a me: “Non chiagnere,
ca tu lo mio sarraje…”

Io te voglio bene assaje …
e tu non pienze a me!

Guárdame ‘nfaccia e vide
comme sòngo arredutto:
Sicco, peliento e brutto,
nennélla mia, pe’ te!
Cusuto a filo duppio,
co’ te mme vedarraje…

Io te voglio bene assaje …
e tu non pienze a me!

Quanno só’ fatto cennere,
tanno mme chiagnarraje…
Tanno addimmannarraje:
Nennillo mio addó’ è?!
La fossa mia tu arape
e llá mme trovarraje…

Io te voglio bene assaje …
e tu non pienze a me!

Argomenti trattati , ,