Tarantelluccia.it

Se ne va anche l’ultimo dei De Filippo

Categoria: Attualità
Data inserimento: 31 marzo, 2018
Autore: Lo Guarracino

Luigi De Filippo Muore all’età di 87 anni Luigi De Filppo figlio di Peppino ed ultimo erede della storica famiglia che ha reso grande il teatro a Napoli e nel mondo.

Mimmo GuarinoCiao! Mi chiamo Mimmo Guarino alias “Lo Guarracino” e sono il creatore di questo blog. Mi sono innamorato della canzone napoletana grazie alla voce del grande Roberto Murolo, a mio avviso il più grande interprete di questa nobile forma d’arte.

9 Responses to “Se ne va anche l’ultimo dei De Filippo”

  1. Gianfranco Melis scrive:

    Mi piacerebbe una tua opinione sulla possibilità di raffrontare Fausto Cigliano e Peppino di Capri.
    Grazie
    Gianfranco

    • Mimmo Guarino scrive:

      Sono molto diversi tra loro. Cigliano è stato un purista. Peppino di Capri invece ha importato nuovi ritmi e stili nella canzone napoletana.

    • Cagliostro scrive:

      Scusate l’intromissione,ma il paragone è improbabile. Peppino di Capri ha portato il pop nel classico napoletano,portandolo nel vecchio night degli anni 50/60. “Voce è notte ” è una delle canzoni-simbolo che lui,con quella vocina tra l’epilèttico e il miagolante,riuscì comunque a riportare al successo. Ebbe la fortuna di imbroccare diverse canzonette col suo paroliere di fiducia (Di Francia),ma il paragone calzante sarebbe stato con Peppino Gagliardi,più cònsono a lui e,a mio parere,assai più bravo e romantico.

      Fausto Cigliano è stato un interprete rigoroso e preparato del repertorio storico della grande Napoli. Cantante dalla voce suadente,dotata di registri bassi e vibranti, musicista di rango (è un òttimo chitarrista classico) creò un sodalizio storico negli anni 70 col grande Mario Gangi col quale incise alcuni LP che fecero capire a chi ancora non l’avesse capito,cos’era l’armonia,la tecnica musicale,l’eleganza e il garbo di fare cultura diffondendo le vecchie villanelle etc. Memorabile è la sua interpretazione di “”marzo”” che non a caso,fu scelta da Turturro nel suo film su Napoli,””Passione””.

      Insomma Cigliano è un prodotto di nicchia. Lo champagne non c’entra niente con la gazzosa………..

  2. Liliana scrive:

    Sono d’accordo con te MIMMO, a me piacciono tantissimo tutti e due, così diversi come sono! Buona Pasqua gentile amico!

  3. Liliana scrive:

    Mi spiace tanto ovviamente della scomparsa di Luigi De Filippo, ma mi chiedo perché non ci sono eredi, nessuno ha avuto figli? O ci sono ma non hanno intrapreso la via dell’arte della loro grande famiglia? Un caro saluto, Liliana.

    • Cagliostro scrive:

      LILIANA
      i figli ci sono (una Luca e tre Luigi) ma a quanto pare l’imprinting genetico dei De Filippo non ha allignato in loro e hanno intrapreso altre strade. Ma come sempre succede nella trasmissione genetica,sono certo che fra un paio di generazioni,in qualche figlio/nipote di questi ragazzi,si accenderà la fiammella……….E chi saprà studiarsi il ramo familiare,non ne sarà affatto sorpreso…….

  4. Rosario Varriale scrive:

    Son rimasto attonito alla notizia.Luigi De Filippo ha saputo attualizzare il teatro napoletano in una società cambiata velocemente. L’ho ricordato sul mio profilo Facebook, perché ritengo che rientri nei grandi artisti della nostra gloriosa cultura.

    • Cagliostro scrive:

      Egregio amico
      con il dovuto rispetto,ma credo che al cospetto di padri così immensi,qualunque figlio,per quanto bravo e dotato,diventi un guitto. Luca e Luigi erano figli d’arte,ma lo si evinceva più dal cognome che dal talento.Ricordo invece tanti,troppi (cosiddetti) caratteristi che davvero sono stati le colonne portanti del teatro napoletano ed ingiustamente considerati,comprimari.

      Qualche nome a caso,tra i primi che mi vengono in mente : Gennarino Palumbo,Pupella Maggio,Gino Maringola,Pietro Carloni………….

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>