Tarantelluccia.it

Scetate

Categoria: Testi canzoni napoletane
Data inserimento: 14 luglio, 2012
Autore: Lo Guarracino

(Ferdinando Russo 1887)

Ferdinando Russo, autore del testo di Scetate

Si duorme o si nun duorme bella mia,
siente pe’ nu mumento chesta voce…
Chi te vò’ bene assaje sta ‘mmiez’â via
pe’ te cantá na canzuncella doce…

Ma staje durmenno, nun te si’ scetata,
sti ffenestelle nun se vonno aprí…
è nu ricamo ‘sta mandulinata…
scetate bella mia, nun cchiù durmí!

‘Ncielo se só’ arrucchiate ciento stelle,
tutte pe’ stá a sentí chesta canzone…
Aggio ‘ntiso ‘e parlá li ttre cchiù belle,
dicevano: Nce tène passione…

E’ passione ca nun passa maje…
passa lu munno, essa nun passarrá!…
Tu, certo, a chesto nun ce penzarraje…
ma tu nasciste pe’ mm’affatturá…

Per i non napoletani

  • scetate = svegliati
  • cchiù = più
  • ‘ncielo = in cielo
  • arrucchiate = raggruppate
  • Aggio ‘ntiso = ho sentito
  • affatturá = stregare

Argomenti trattati ,

Mimmo GuarinoCiao! Mi chiamo Mimmo Guarino alias “Lo Guarracino” e sono il creatore di questo blog. Mi sono innamorato della canzone napoletana grazie alla voce del grande Roberto Murolo, a mio avviso il più grande interprete di questa nobile forma d’arte.

4 Responses to “Scetate”

  1. domenico scrive:

    sia i versi che la musica sono le ciliegine sulla torta, una canzone stupenda che ti entra nel cuore e nell’anima bellissima e dir poco non mi stancherei mai di sentirla come tante altre classiche napoletane………….grazieeeeeeeee…..

  2. Tommaso scrive:

    Pregevole la sua iniziativa ed i suoi commenti anche se non privi di inevitabili refusi (i commenti a Furturella per esempio). Per il resto, poiché mi diletto di canto napoletano traggo linfa nuova dalle sue informazioni. Se i suoi scritti non fossero ” chiusi ” le darei volentieri una mano ad eliminarli. Grazie per quanto ha fatto e continua a fare in favore della canzone Napoletana d’Autore.

  3. Salvatore scrive:

    Le canzoni napoletane richiamate su questo sito sono la testimonianza della bellezza di sentimenti espressi con poesia sublime, che hanno reso la poesia accessibile a tutti i ceti sociali , agli analfabeta ed agli intellettuali coinvolgendoli con le bellissime espressioni.

    Proprio per questo la napoletanità si diffuse ed è presente in tutto il mondo.Tutti i più bravi cantanti famosi che vanno in giro per l’estero, per addolcire il loro spettacolo inseriscono sempre una canzone della Bella Napoli.

    Oggi scrittori che non hanno mai percepito cosa sia la napoletanità, offuscano queste canzoni ricche di poesia, hanno offuscata la Napoli di questa moltitudine di poeti con i propri racconti di Gomorra che fanno parte della comune delinquenza presente in tutte le grandi metropoli del mondo.

  4. Carlo Izzo scrive:

    parole e sentimenti che testimoniano, vivissima, l’anima napoletana. Questa canzone è tra le più belle della nostra tradizione, e io ne sono orgoglioso

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>