Tarantelluccia.it

'O core 'e Catarina

Categoria: Testi canzoni napoletane
Data inserimento: 15 dicembre, 2013
Autore: Lo Guarracino

(Rocco Galdieri 1907)

Oje capèra, ca passe ogne matina,
famme na gentilezza, ogge o dimane,
quanno spícceche ‘a capa a Catarina,
tu fammélla passá chello de cane…

E si te spia: “Ma comme va ‘sta cosa?”
dille ca tiene ‘a fá na capa ‘e sposa.
Che vaje ‘e pressa, ca…nun saccio che…

Dille cha sposa sta aspettanno a me…!

Oje scarparo, cu ‘a lente ‘ncoppo naso,
saccio ch’hê ‘a cunzigná, pa’ fino mese
– ciappe ‘ndurate e nucchetelle ‘e raso –
nu scarpino cu ‘o tacco tirulese.

Pecché canosco ‘a giovane ch’aspetta,
miettece ‘e zzeppe e fance ‘a ponta stretta…
E si essa spia: “Pecché sóngo accussí?”

Tu spiegancello ca taggiu ditt’i’…

Oje curzettara, ca nu busto ‘e seta,
taglie e ‘nchime, pa vita ‘e na pupata…
Oje curzettara, si vuó’ stá cujeta,
falle ‘o curzè’…ma siente ‘sta ‘mmasciata:

Na ponta d’aco lássace a mancina,
ch’ha da pógnere ‘o core ‘e Catarina…
E si, quanno se pógne, essa dice: “Ah!…”

Tu spiegancello chi tha ffatto fá!

Per i non napoletani

  • capèra = pettinatrice
  • spícceche = togli i nodi dai capelli
  • spia = chiede, domanda
  • vaje ‘e pressa = hai fretta
  • scarparo = ciabattino
  • ciappe ‘ndurate = applicazioni dorate
  • curzettara = cucitrice di corsetti
  • pupata = bambola
  • aco = ago
  • pógnere = pungere

Argomenti trattati ,

Mimmo GuarinoCiao! Mi chiamo Mimmo Guarino alias “Lo Guarracino” e sono il creatore di questo blog. Mi sono innamorato della canzone napoletana grazie alla voce del grande Roberto Murolo, a mio avviso il più grande interprete di questa nobile forma d’arte.

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>