Tarantelluccia.it

Napoletana. L' Antologia cronologica della canzone partenopea

Categoria: Contenuti speciali
Data inserimento: 24 settembre, 2012
Autore: Lo Guarracino

Può essere senz’altro considerata la “bibbia” della canzone napoletana. Sto parlando della monumentale opera realizzata da Roberto Murolo tra il 1963 e il 1967 dal titolo: Napoletana. L’ Antologia cronologica della canzone partenopea.

Roberto Murolo interprete di Napoletana. L'Antologia cronologica della canzone partenopeaFiglio del grande poeta Napoletano Ernesto Murolo, Roberto si è fatto conoscere dal grande pubblico soprattutto per le sue straordinarie doti vocali. In una intervista di qualche anno fa, proprio a proposito della sua splendida voce, l’amico Renzo Arbore dice – scherzando – che Roberto ha un Stradivari al posto della cassa toracica. Come dargli torto? Pur non eccellendo né in potenza né in estensione, il suo timbro di voce ha infatti qualcosa di unico, di magico: armonioso, soave, dolce. E poi: la pulizia del suo dialetto, la precisione nel prendere le note. Insomma: un interprete sopraffino.

Roberto Murolo è stato però anche un grande studioso ed un grande divulgatore della canzone napoletana. E forse il suo più grande merito è stato proprio realizzare con il maestro Eduardo Caliendo – per la casa discografica Durium – quello straordinario lavoro che va sotto il nome di: Napoletana. L’ Antologia cronologica della canzone partenopea.

Sul mercato discografico ce ne sono moltissime raccolte sulla canzone napoletana, perlopiù nate successivamente, e lo stesso Murolo ne ha incise delle altre, ma questa è tutt’altra cosa! Un opera definitiva, mastodontica che si contraddistingue per originalità, completezza e ricercatezza.

L’antologia si compone di dodici volumi; l’incisione originale è su vinile, siamo infatti negli anni sessanta periodo in cui imperversano i 33 giri (o Long Playng). Ognuno volume abbraccia un determinato arco temporale; ecco perché il termine “cronologica”. Nel complesso Murolo canta più di centocinquanta canzoni ! Si parte dal lontano 1200 e si arriva ai primi anni sessanta del secolo scorso. Il meglio del meglio di ottocento anni di canzoni napoletane.

Quello che più colpisce è senz’altro la ricerca storico musicale che c’è dietro la scelta delle canzoni. E’ questo il contributo più rilevante dato dall’opera alla canzone napoletana. Il grande merito di Roberto Murolo nel portare a termine questo lavoro – e ci ha impiegato tre anni – è stato infatti quello di riportare alla luce canzoni finite nel dimenticatoio o sconosciute. Canzoni di grande valore, storico e artistico. E di averle poi portate in giro per l’Italia e per il mondo.

Tutte le canzoni sono eseguite solo con voce e chitarra. Esecuzioni scevre da ogni contaminazione postuma. Nude e crude. Pure. Questo conferisce all’opera ancor di più la dignità di vero e proprio documento storico (troppe volte mi è capitato di ascoltare arrangiamenti anacronistici, per non dire ridicoli).

A conti fatti dunque Napoletana. L’ Antologia cronologica della canzone partenopea resta una pietra miliare nella discografia della canzone napoletana. Di certo, pezzo che non può mancare nella collezione di un vero appassionato del genere.

Ricordo che molti anni addietro (molti chili e capelli fa) comprai per per caso il primo volume di questa raccolta. Quello con le canzoni più vecchie: dal 1200 al 1700. Era una musicassetta (ancora oggi la conservo gelosamente). E subito mi innamorai della voce di Murolo, della sua chitarra, ma soprattutto di quegli antichi canti popolari che trasudavano di campagna, di mare e di amori genuini e ruspanti. Ed ecco spiegato anche come nacque la mia passione per la canzone napoletana.

Contenuto della raccolta

Napoletana. L’ Antologia cronologica della canzone partenopea

Volume Primo (dal 1200 al 1700)

  • Canto Delle Lavandaie Del Vomero
  • ‘Sto Core Mio
  • Chi La Gagliarda (Donne, Vo’ ‘mparare)
  • Villanella Ch’All’Aqua Vai
  • ‘No Police
  • Michelemma’
  • Lo guarracino
  • So’ Le Sorbe E Le Nespole Amare
  • Comme Da Lo Molino
  • Amice, Non Credite A Le Zitelle
  • La Nova Gelosia
  • La Cammesella
  • Fenesta Vascia
  • La Grotta Azzurra

Volume Secondo (dal 1700 al 1820)

  • Dimme ‘na vota si
  • Cicerenella
  • La fata di Amalfi
  • Santa Lucia
  • La palummella
  • Cannetella
  • Pagliaccio
  • Raziella
  • La tarantella
  • Lo tiramole
  • Marianni
  • Lo zoccolaro
  • Lu cardillo
  • Si tu nenna, m’amave n’ aut’anno

Volume Terzo (dal 1820 al 1880)

  • ‘A primmavera
  • Lu primm’ammore
  • Lo Paparacianno
  • Addio a Napole
  • Consiglio a ‘na figliola
  • Te voglio bene assaje
  • Canzone marenara
  • Lo ciuccio de Cola
  • Fenesta ca lucive
  • La rosa
  • ‘Na ‘mmasciata
  • Voca Voca
  • Lo rialo
  • Larà, larà,larà, volimmo pazzià

Volume Quarto (dal 1880 al 1897)

  • Funiculì funiculà
  • Marechiaro
  • Era de maggio
  • Oilì Oilà
  • Scetate
  • ‘A retirata
  • ‘O munasterio
  • ‘E spingule frangese
  • Canzone amirosa
  • ‘A vucchella
  • Catarì
  • ‘O marenariello
  • Furterella
  • Ninuccia

Volume Quinto (dal 1897 al 1909)

  • Serenata napulitana
  • ‘O sole mio
  • Maria Marì
  • I’ te vurria vasà
  • Uocchie c’arraggiunate
  • Pusilleco addiruso
  • Torna a Surriento
  • Voce ‘e notte
  • Nu barcone
  • Tarantellucia
  • Nuttata ‘e sentimento
  • Palomma ‘e notte
  • Suspiranno

Volume Sesto (dal 1909 al 1915)

  • Mmiezz’ ‘o Ggrano
  • Sora Mia
  • ‘A Serenata ‘e Pulicinella
  • Core ‘ngrato
  • Canzone A Chiarastella
  • Maggio Si’ Tu!
  • Funtana All’Ombra
  • Io ‘Na Chitarra E ‘a Luna
  • ‘e Palumme
  • Tu Nun Me Vuo’ Cchiu’ Bbene
  • Guapparia
  • Napule Canta
  • ”O surdato ‘nnammurato

Volume Settimo (dal 1915 al 1925)

  • Tiempe Belle ‘e ‘Na Vota
  • ‘A Primma ‘Nnammurata
  • Reginella
  • Nun So’ Geluso
  • ‘Ncopp ‘a Ll’Onne
  • ‘A Tazza ‘e Cafe
  • Napule Ca Se Ne Va
  • Santa Lucia Luntana
  • Canzone Appassiunata
  • Core Furastiero
  • Chiove
  • Zampugnaro ‘Nnammurato
  • Piscatore ‘e Pusilleco

Volume Ottavo (dal 1925 al 1938)

  • Lacreme napulitane
  • Mièrolo affortunato
  • N’accordo in fa
  • A casciaforte
  • Dduje paravise
  • Na sera ‘e maggio
  • Dicitencello vuje
  • Nun me scetà
  • ‘O cunto ‘e mariarosa
  • Passione
  • Tre feneste
  • Penzanno ‘a salute

Volume Nono (dal 1938 al 1950)

  • Dimme Addò Staie
  • Ciccio Formaggio
  • Simmo ‘E Napule, Paisà
  • Tammurriata nera
  • Vint’Anne
  • Dove Sta’ Zazà
  • Vierno
  • Munastero ‘e Santa Chiara
  • Serenatella A ‘Na Cumpagna ‘E Scola
  • ‘O Vascio
  • Scalinatella
  • Me So’ ‘Mbriacato ‘E Sole
  • Desiderio
  • Surriento D’ ‘E Nnammurate

Volume Decimo (dal 1950 al 1954)

  • Luna rossa
  • Malafemmena
  • Anema e core
  • ‘O ciucciariello
  • Aggio perduto ‘o suonno
  • ‘Nu quarto ‘e luna
  • Desiderio ‘e sole
  • Sciummo
  • La pansè
  • Te sto aspettanno
  • Giuramento
  • Luna caprese

Volume Undicesimo (dal 1954 al 1956)

  • Suonno d’ammore
  • Semplicita’
  • Scapricciatiello
  • Accarezzame
  • ‘Na voce, ‘na chitarra e ‘o poco ‘e luna
  • Te voglio bene (Tantu tantu)
  • Malatia
  • ‘E stelle ‘e Napule
  • Chella lla’
  • Maruzzella
  • Suspiranno mon amour
  • Guaglione
  • Suspiranno ‘na canzone
  • Manname ‘nu raggio ‘e sole

Volume Dodicesimo (dal 1956 al 1962)

  • Lusingame
  • Malinconico autunno
  • Lazzarella
  • Strada ‘nfosa
  • Resta cu’ mme
  • Serenatella sciue’ sciue
  • Vurria
  • Suonno a Marechiaro
  • Sarra’ chi sa
  • Vieneme ‘nzuonno
  • Serenata a Margellina
  • Mare verde
  • Tu si’ a malincunia
  • Marechiaro marechiaro

Argomenti trattati , ,

Mimmo GuarinoCiao! Mi chiamo Mimmo Guarino alias “Lo Guarracino” e sono il creatore di questo blog. Mi sono innamorato della canzone napoletana grazie alla voce del grande Roberto Murolo, a mio avviso il più grande interprete di questa nobile forma d’arte.

24 Responses to “Napoletana. L' Antologia cronologica della canzone partenopea”

  1. Domenico Di Lecce scrive:

    salve vorrei acquistare tutta la collana? potete aiutarmi ?

    Grazie

  2. Rossella Caliendo scrive:

    Salve! Nel complimentarmi per il sito, molto interessante, volevo fare una precisazione: la chitarra che lei cita nell’Antologia della canzone napoletana non è del maestro Murolo ma di mio zio Eduardo, che lei cita di sfuggita. Tutto il grandissimo lavoro di ricerca svolto per questa importante opera è stato fatto a quattro mani. E le assicuro che la fornitissima biblioteca di zio Eduardo ha fornito tanto, ma tanto materiale…
    Mi scusi, ma lo dovevo allo zio…

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>