Tarantelluccia.it

Manifestazione 16 Novembre a Napoli per la Terra dei Fuochi

Categoria: Attualità
Data inserimento: 15 novembre, 2013
Autore: Lo Guarracino

Tarantelluccia.it aderisce alla manifestazione “Stop biocidio” organizzata da tutta la rete composta da studenti, movimenti, associazioni e comitati che si battono per salvare le nostre realtà.

Si svolgerà il 16 novembre 2013 a Napoli con partenza alle 14.30 in Piazza Mancini (adiacente P.zza Garibaldi). Per dire basta alla distruzione delle nostre terre. Per chiedere un’immediata bonifica e per dire stop ai roghi tossici.

Per maggiori informazioni, si possono consultare la pagina facebook di StoPBiocidio la pagina facebook dell’evento.

Mimmo GuarinoCiao! Mi chiamo Mimmo Guarino alias “Lo Guarracino” e sono il creatore di questo blog. Mi sono innamorato della canzone napoletana grazie alla voce del grande Roberto Murolo, a mio avviso il più grande interprete di questa nobile forma d’arte.

3 Responses to “Manifestazione 16 Novembre a Napoli per la Terra dei Fuochi”

  1. Raffaele scrive:

    E’ un risveglio delle coscienze,che auspico duraturo e dilagante.E la Lirica Meridionale, con la Melodia Classica Napoletana in testa, pura e incontaminata, è un potente testimonial per la causa intentata dalla Manifestazione “Stop Biocidio “. Mi complimento per l’adesione di Tarantelluccia.RA.

  2. Luigi romano scrive:

    Purtroppo sarà una manifestazione di persone che si illudono che sarà iniziata a presto una bonifica.
    In Parlamento da anni è depositata una proposta di legge che rende reato penale l’inquinamento sotto qualsiasi forma del territorio.
    Attualmente è un reato amministrativo.
    Chiedetevi il perché, e intuirete tanto altro.
    Forse!

  3. CiaoLili scrive:

    Ciao GUARRACINO, mi fa piacere della tua adesione alla manifestazione di domani, io la seguirò col cuore. Sono anni che seguo con dolorosa partecipazione al problema.Ho letto molto da anni,e al mio sdegno si unisce il senso di impotenza.Ho inoltre sempre pensato con gratitudine e preoccupazione a quei valorosi coraggiosi giornalisti che per aver divulgato la verità, corrono tuttora rischi sulla vita, la cui qualità è stata anche duramente compromessa.Quanto mi piacerebbe, vedere sui giornali un giorno,le facce di quegli imprenditori(italiani ed europei) che ci hanno mandato la morte, la malattia, la povertà.Fermo restando tutto il disprezzo per i nostri abietti camorristi.
    Sono anziana, ma ci spero ancora!

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>