Tarantelluccia.it

Poesia Napoletana: "Lenzole janche"

Categoria: Poesie
Data inserimento: 21 settembre, 2013
Autore: Lo Guarracino

Lenzole janche

Tu si a festa ‘into ‘o paese ‘e quando ero criaturo,
‘e lenzole janche spase ‘o sole,
‘a paura ca me metto dint ‘o scuro

Tu si l’allucca de’ guagliune abbasc‘o vico,
chella stradulella stretta,
‘o riturnello ‘e chillu mutivo antico

Tu si ‘o scuorno ca me mette mmiezzo all’ate,
l’addore d”o pane cavuro,
‘o chiant ‘e ‘na criatura appena nata

Tu si a frenesia ca m’afferra,
‘a cuperta ‘e lana,
‘o paraviso sciso n’terra

(di Mimmo Guarino)

Opera registrata alla SIAE

Per i non napoletani

  • lenzole janche = lenzuola bianche
  • criaturo = bambino
  • allucca = grida
  • guagliune = ragazzi
  • abbasc‘o vico = giù nel vicolo
  • scuorno = vergogna
  • cavuro = caldo

Argomenti trattati

Mimmo GuarinoCiao! Mi chiamo Mimmo Guarino alias “Lo Guarracino” e sono il creatore di questo blog. Mi sono innamorato della canzone napoletana grazie alla voce del grande Roberto Murolo, a mio avviso il più grande interprete di questa nobile forma d’arte.

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>