Tarantelluccia.it

Categoria: Canzone napoletana classica

Fenesta Vascia, la canzone napoletana che sfida i secoli

La carrozza dei commedianti si addentra barcollante in una desolata strada di campagna e dal suo interno si sente Pulcinella, interpretato da un superbo Massimo Troisi, cantare la bellissima Fenesta Vascia. La scena in questione è tratta dal film Il viaggio di Capitan Fracassa ispirato al famoso romanzo Il Capitan Fracassa di Théophile Gautier. La […]

Comme da lo molino

“Così come il grano viene frantumato dal mulino, allo stesso modo, oh mia fata, il mio cuore si consuma per te.” Questa la traduzione dei pochi e sublimi versi che compongono la canzone napoletana “Comme da lo molino” ispirata ad una composizione di Niccolò Piccinni; figura centrale dell’opera sia italiana che francese della seconda metà […]

Fenesta ca lucive: l’amore e la morte

Quando penso a “Fenesta ca lucive” mi vengono in mente i mie nonni materni: Luigino e Nanninella. Si conobbero giovanissimi. Lui aveva venti anni, lei solo sedici. Sono rimasti insieme per ben sessantacinque anni, fino a quando Luigino è morto per un male incurabile. Ricordo ancora l’ultimo desiderio che espresse poco prima di andarsene: collocare […]

Core ‘ngrato, la canzone lanciata da Caruso

Se qualcuno mi chiedesse qual è la canzone napoletana che in assoluto preferisco, in prima battuta mi terrei sul vago: gli risponderei che è impossibile sceglierne una tra le tante perché sono una più bella dell’altra. Se però quel qualcuno insistesse, allora comincerei a dire qualche titolo: I te voglio bene assaje, I te vurria […]

Quanno nascette ninno: la canzone napoletana scritta da un santo. Ovvero, l'originale di Tu scendi dalle stelle

All’età di undici anni, frequentavo la seconda media, suonai con la mia diamonica “Tu scendi dalle stelle” durante la messa di mezza notte nella chiesa del mio paese. Fu per me una grande emozione, la mia prima esibizione d’avanti ad un grande pubblico; una gioia per i miei genitori e la mia insegnante di musica. […]

So’ le sorbe e le nespole amare

“So’ le sorbe e le nespole amare” è un’antica canzone napoletana non conosciutissima, ma che oserei definire un vero e proprio gioiello. La prima volta che la ascoltai fu durante una lezione di canto in un corso a cui mi ero da poco iscritto (e che dopo poco abbandonai). Ad un certo punto – non […]

L'enigma Michelemmà: una ragazza, una carta da gioco o un arcangelo?

In questo articolo vi voglio parlare di Michelemmà: un’antica canzone napoletana, risalente presumibilmente al XVII secolo, che la tradizione attribuisce al famoso pittore napoletano Salvator Rosa. Senza dubbio la più importante e nota del 600′ rappresenta uno dei primissimi esempi di canzone napoletana scritta su ritmo di tarantella. Per questo è da considerarsi una tappa […]

Tu me diciste si ‘na sera ‘e maggio

Tu me diciste si ‘na sera ‘e maggio; per la precisione quella sera del 10 maggio del 1987. Se è vero che fu quella una data storica nelle vicende del calcio italiano, con il Napoli che vinceva il suo primo scudetto, è altrettanto vero che i festeggiamenti che ne seguirono furono, per intensità, durata e […]

E' trezze 'e Carulina

E’ trezze ‘e Carulina è una canzone del 1895, scritta da due grandi della canzone classica napoletana di tutti i tempi: il poeta Salvatore Di Giacomo e il musicista Salvatore Gambardella. Si tratta di un’opera che appartiene a quella nutrita schiera di canzoni napoletane che sono dei veri e propri gioielli, ma che per qualche […]

Villanella ch'all'acqua vai

Villanella ch’all’acqua vai è una “villanella napoletana” del sedicesimo secolo, di straordinaria eleganza e raffinatezza. Una vera e propria perla. A distanza di cinquecento anni risulta ancora gradevolissima all’orecchio dell’ascoltatore moderno, tanto è che ancora oggi viene eseguita da qualche artista dai gusti ricercati. E’ anche una delle mie canzoni preferite! Si tratta di un […]

Uocchie c'arraggiunate

Nel repertorio classico napoletano ci sono delle canzoni che sono degli autentici gioielli semi-nascosti. Una di queste è certamente Uocchie c’arraggiunate una canzone che non tutti conoscono – almeno non quanto le più famose – ma che è di una bellezza unica. Ripeto: un vero gioiello. Fu scritta da un giovane avvocato napoletano di nome […]

Jesce Sole: la prima canzone napoletana della storia

In quale periodo della storia sono nate le prime canzoni napoletane ? E qual’è la prima canzone napoletana in assoluto ? Per rispondere a queste domande bisogna andare molto indietro nel tempo. Di certo, però, non prima della nascita del dialetto napoletano stesso: perché è ovvio che senza il napoletano non ha nemmeno senso parlare […]

'O sole mio, la canzone più famosa dell'universo

‘O sole mio è la canzone più cantata, più suonata, più ascoltata, più tutto … di tutti i tempi. L’hanno eseguita tutti i cantanti, in tutte le lingue, da quelli lirici a quelli blues; la più grande interpretazione rimane però quella di Enrico Caruso, colui che più di ogni altro ha contribuito a renderla famosa […]

Reginella, una sciantosa napoletana

Tra la fine dell’ottocento e l’inizio del novecento ebbero grande successo anche in Italia i chafè-chantan, locali dove si eseguivano spettacoli di arte varia, durante i quali si poteva mangiare e bere seduti a un tavolo. I cafè-chantan nacquero in Francia alla fine del XVIII secolo. In Italia il primo di questi locali venne aperto […]

Funiculì Funiculà: l’inizio dell’epoca d’oro della canzone napoletana

La canzone Funiculì Funiculà rappresenta uno dei momenti più importanti in assoluto della canzone classica napoletana. Intanto è la prima canzone napoletana dove sono chiaramente individuati come autori un poeta ed un musicista. Ed è la canzone che per prima esce fuori dai confini nazionali per fare praticamente il giro di tutto il mondo; è […]

A Marechiaro ce sta 'na fenesta

Marechiare è il capolavoro assoluto di Salvatore Di Giacomo – il che è già tutto dire ! I versi di questa canzone hanno una forza evocativa straordinaria, tale da indurre in chi li legge la sensazione di trovarsi proprio lì sulla scena della narrazione. Fin da subito, infatti, pare quasi di odorare il profumo del […]

Tarantelluccia: tra fatalismo e valori classici della famiglia

Ho già avuto modo, in un post precedente, di dire quanto apprezi lo scrittore, regista e attore Luciano De Crescenzo (il professor Bellavista). Pochi altri sono riusciti come lui a parlare di Napoli con la stessa ironia e lucidità. Una delle scene che più preferisco del suo repertorio cinematografico è quella – nel film “Il […]

Spusalizio 'e marenaro

‘O spusalizio – ovvero il matrimonio a Napoli – è qualcosa che può travalicare i confini dell’immaginabile e che spesso oltrepassa il senso della misura e del buon senso; soprattutto per quanto riguarda l’aspetto economico. Si comincia con le spese per la promessa di matrimonio, dove – per fortuna – si invitano solo i parenti […]

Furturella, con gli elogi di Puccini

Luciano De Crescenzo è un personaggio davvero unico. Scrittore, Regista, Attore, ma soprattutto grande divulgatore. La sua capacità di spiegare con parole semplici anche i concetti più difficili (come quelli di filosofia) è semplicemente straordinaria. Non a caso i suoi libri sono stati tradotti in 19 lingue ed hanno venduto milioni di copie in tutto […]

Simmo ‘e napule paisà

La seconda guerra mondiale, il conflitto più devastante mai combattuto dall’uomo. Un carneficina senza precedenti: cinquantacinque milioni morti, tre milioni di dispersi, trentacinque milioni di feriti in tutto il mondo. Sei milioni di ebrei sterminati nei campi di concentramento. Sessantaquattro milioni di profughi: un oceano di persone sradicate brutalmente dalle loro terre natali. Intere popolazioni […]

‘Na voce, ‘na chitarra e ‘o poco ‘e luna

A Napoli i film di Totò vengono passati ogni giorno sulle televisioni locali senza soluzione di continuità. Sono un vero tormentone! La Domenica non è difficile trovarne in programmazione addirittura anche quattro o cinque contemporaneamente. Uno dei più gettonati in assoluto è Totò, Peppino e ‘a malafemmena, una pellicola del 1956 diretta da Camillo Mastrocinque […]

‘O Vascio

Da sempre simbolo di degrado ed arretratezza, stereotipo della Napoli più povera, i bassi hanno sempre suscitato nei napoletani e non i sentimenti più disparati: rabbia, disgusto, indignazione, ma anche stupore, curiosità e simpatia. Molti scrittori, giornalisti e intellettuali hanno scritto sui bassi di Napoli. Nel suo capolavoro Il ventre di Napoli, Matilde Serao ne […]

Ma tu vulive 'a pizza

Lo confesso sono un irriducibile mangiatore di pizze. O meglio, di pizza Margherita. Perché per me la pizza è solo la Margherita. Solo con quella si capisce la vera caratura di una pizzeria. Mi accorgo se una margherita è buona solo guardandola. Praticamente in una pizzeria o ci entro una volta soltanto o divento cliente […]

Voce 'e Notte, la straordinaria storia di Edoardo e Anna

Voce ‘e notte è senza dubbio una delle più belle e famose canzoni classiche napoletane. Non tutti però conoscono la straordinaria storia di vita vissuta che c’è dietro questa canzone. I poeti quando s’innamorano lo fanno sul serio. Quando Edoardo incontrò per la prima volta lo sguardo di Anna ne rimase folgorato. All’istante! Da quel […]

'A risa: la prima canzone italiana incisa su un disco

Ebbene si: il primissimo disco in assoluto inciso in Italia contiene una canzone napletana ! E non poteva essere altrimenti, in quanto a quell’epoca, siamo nel lontano 1895, la canzone italiana, praticamente, non era ancora nata. Ma facciamo prima un piccolissimo passo indietro. L’invenzione del disco sonoro risale al 1888, ad opera del tedesco Emile […]

'O surdato 'nnammurato: un messaggio di pace e speranza

Qualcuno ha definito la guerra come “il massacro di persone che non si conoscono, per conto di persone che invece si conoscono ma non si massacrano”. Forse non c’è definizione più appropriata. Leggendo la storia, mi rendo conto che essa è – purtroppo – una lunga ed ininterrotta serie di questi massacri. E mi chiedo […]

'A tazza 'e cafè

E’ semplicemente sbalorditiva la capacità che hanno le donne di mascherare il proprio interesse per un uomo quando questo comincia a corteggiarle. All’inizio si negano. Sempre ! Anche quando sono stra-interessate. Ovviamente è una tattica. Sanno bene, infatti, che negandosi ottengono non uno ma ben tre risultati utili: accrescere il desiderio dello spasimante, metterlo alla […]

Io te vurria vasà (storia di un amore)

Si dice che non ci sia amore più intenso e sublime di quello mai realizzatosi, di quello soltanto idealizzato. Sono gli amori incompiuti: quelli tenuti segreti, non dichiarati, o quelli non corrisposti o impediti da ostacoli insormontabili. Si dice che questo tipo di amore porti a vivere esperienze uniche, a provare indescrivibili sensazioni di sofferenza […]

Lo Guarracino

Oggi è domenica 23 Ottobre e questo è il primo post che scrivo per su questo Blog. Per l’occasione ho scelto di parlarvi di una canzone molto particolare: Lo Guarracino; dal cui titolo – tra l’altro – ho preso spunto per il mio nickname (o pseudonimo che dir si voglia). Questa è una di quelle […]